Semele

Serenata in due parti (1726)
Musiche di Johann Adolf Hasse
Libretto di Francesco Ricciardi
Concerto in lingua italiana

 

Il marito degli dei bara. E cosa fa la moglie gelosa? Cerca di liberarsi del suo amante. Questo è quello che succede oggi, ed è quello che è successo allora: Giove si è innamorato della bella Semele e cede ai suoi desideri.  Semele è altrettanto felice di avere una relazione con la più importante di tutte le divinità, che si mostra sempre a lei sotto forma di gioventù. L'unico che ha qualcosa contro questa connessione è Giunone, la moglie di Giove. Lei escogita un piano perfido per salvare il suo matrimonio. Nella forma della sua infermiera Climene, convince Semele a chiedere a Giove la prova che egli è effettivamente quello che afferma di essere. Dovrebbe apparire a lei nella sua divina maestà, proprio come si mostra a sua moglie. A Semele piace questo suggerimento, e lo richiede a Giove come prova di lealtà. Lui vuole negarle questa richiesta, ma lei non molla. Accetta anche la prospettiva della propria morte, perché nessun essere umano sopravvive alla vista del divino. Profondamente triste, Giove esaudisce il suo desiderio e le appare come una fiammeggiante figura di luce. Come ci si aspettava, lei muore. Giunone crede di poter trionfare sul marito, ma Giove è più potente di quanto lei sospetti..... Johann Adolph Hasse era uno dei compositori più famosi del suo tempo, era amico del librettista Pietro Metastasio e della star castrato Farinelli, era sposato con la "nuova sirena" Faustina Bordoni ed era molto apprezzato da personalità come Maria Teresa o Voltaire. Il tedesco iniziò la sua carriera a Napoli, tuttavia, perché la sua patria nel nord della Germania gli offriva poche prospettive. A Napoli compose la sua prima Serenata (una sorta di opera da camera) nel 1725. Solo un anno dopo, in La Semele, o sia La richiesta fatale, utilizza nuovamente questa forma di mini teatro musicale, in due parti, con un'orchestrazione ridotta e solo tre parti. Riscoprendo una copia della partitura a Vienna nel 2018, il Semele di Hasse ha potuto essere ascoltato di nuovo al Festival di musica antica di Innsbruck. L'edizione è stata prodotta da Claudio Osele dal manoscritto dell'Archivio della Gesellschaft der Musikfreunde di Vienna.

Programma e cast

Getto

DIREZIONE MUSICALE 
Claudio Osele
SEMELE    
Arianna Vendittelli
GIUNONE    
Roberta Invernizzi
GIOVE    
Sonia Prina
ORCHESTRA    
Le Musiche Nove

Acquista biglietti
Novembre 2019
Lu
Ma
Me
Gi
Ve
Sa
Do

Theater an der Wien

A proposito del Theater an der Wien

La nuova Opera House non è solo un teatro, ma quello che Emanuel Schikaneder , il genio a tutto tondo , attore , impresario con un gusto per l'organizzazione ma soprattutto librettista del Flauto magico , aveva costruito nel 1801 a Vienna, in linea con la spirito di Mozart .

In concomitanza con il 250 ° anniversario della nascita di Mozart, il Theater an der Wien si presenta come una casa nuova opera dal gennaio 2006 . Come un " Stagione" teatro con produzioni di tutto l'anno il Theater an der Wien scolpisce un nuovo e indipendente di nicchia nel campo della cultura alta qualità a Vienna . Per dodici mesi l'anno , con un anteprima ogni mese , opera sarà eseguita sotto la " Stagione" , o della stagione, il sistema : questo significa che il cast rimane invariato rispetto alla prima esecuzione all'ultimo , che garantisce altissima internazionale standard siano mantenuti .

Moderno approccio del teatro , accessibile al teatro musicale , come dimostrano i lavori eseguiti , il concetto artistico globale Bespielung e gli artisti è ulteriormente sottolineata dalla costruzione stessa , la sua architettura e la vivacità della sua posizione . L'ambiente ei materiali , l'atmosfera intima e acustica perfetta del teatro storico preparano i sensi a sperimentare la bellezza . Il Theater an der Wien entra deliberatamente in un rapporto simbiotico con dintorni vivaci sul mercato di strada Naschmarkt e la giovane scena culturale centrato nel trimestre Schleifmühl .

 

Come arrivare


Con i trasporti pubblici​:
 

Possiamo essere raggiunto con i mezzi pubblici:

U1, U2 und U4 Stazione Karlsplatz, Exit Secession
Bus 59A Stazione Bärenmühldurchgang
Bus 57A Stazione Laimgrubengasse, pedoni via Laimgrubengasse to Linke Wienzeile

Kammeroper:
Fleischmarkt 24, 1010 Wien


Ci può essere raggiunto con i mezzi pubblici:
U1, U4: Stazione Schwedenplatz
Tram Linea D (bei über Ablenukung Kai) 1, 2: Stazione

Eventi correlati