W. A. Mozart, Requiem nell´ora della sua morte nella Cattedrale di Santo Stefano

Acquista biglietti
December 2022
Lu
Ma
Me
Gi
Ve
Sa
Do

Nella notte dal 4 al 5 dicembre 1791 Mozart morì di "caldo frieselfever" a Vienna. Ogni anno in questa occasione il Requiem notturno, che si conclude con una solenne processione e il suono della campana della morte all'incirca al minuto della morte del compositore (5 dicembre 1791, 00:55), rappresenta un momento suggestivo nel calendario dei concerti di S. .Cattedrale di Santo Stefano.

Il Requiem di W. A. ​​Mozart è uno dei brani migliori e più commoventi che la musica classica ha da offrire. I miti che circondano l'ultima composizione di Mozart contribuiscono all'incredibile fascino di questo capolavoro. Il Requiem è pieno delle forti emozioni che provano l'uomo di fronte alla morte: paura, rabbia, disperazione, tristezza, speranza, consolazione.

Durante la sua vita e dopo la sua morte, Mozart fu associato alla cattedrale in diversi modi: lì sposò Constanze Weber, fece battezzare due dei suoi figli nella cattedrale e pochi mesi prima della sua morte, Mozart fece domanda per la posizione di direttore musicale aggiunto a Santo Stefano. Il nome di Mozart può essere trovato sia nel verbale della sua morte che nel Book of Death Fees della cattedrale.

Prevenzione COVID: le mascherine 2G e FFP2 sono obbligatorie. Per ulteriori informazioni sulle misure COVID, vedere di seguito sotto "Informazioni relative al COVID-19".

Programma e cast

 

4 dic

Orchestra della Cattedrale di Vienna
Coro Cantemo Ratisbona

Matthias Schlier, conduttore

W. A. Mozart, Requiem (KV 626) - nell'ora della sua morte

60 minuti, nessun intervallo

Cattedrale di Santo Stefano

Eventi correlati