Ensemble Wien

Ordina biglietti
Giugno 2024 Next
Lu
Ma
Me
Gi
Ve
Sa
Do

Programma e cast

19 MARZO 2023

ESECUTORI
Complesso Vienna
Daniel Frogauer
violino

Raimondo Lissi
violino

Michael Straßer
viola

Michael Blader
contrabbasso

Anneleen Lenaerts
arpa

Sebastian Bru
violoncello

PROGRAMMA
Giuseppe Mayseder

Trio per violino, violoncello e arpa in fa maggiore op. 41
Mattia Strebinger

Tema nazionale ungherese
N.N.

canzoni folk; per quartetto d'archi curato in modo umoristico e contrappuntistico da Moritz Käßmeyer
“Devo andare allo “Stadtle” e altri tre
Giovanni Brahms

Danza ungherese n. 1 in sol minore (Allegro molto); arrangiato da Martin Bjelik
Danza Ungherese n. 3 in Fa maggiore (Allegretto); arrangiato da Martin Bjelik
Danza ungherese n. 5 in fa diesis minore; arrangiato da Martin Bjelik

- Rottura -

Jean Françaix

Duo barocco per contrabbasso e arpa
Claudio Debussy

Danse sacrée
Danza profana
Fine circa: 20:30

16 MAGGIO 2023

ESECUTORI

Complesso Vienna

Daniel Frogauer

violino

Raimondo Lissi

violino

Michael Straßer

viola

Michael Blader

contrabbasso

Ronald Janezic

corno

Wolfgang Lintner

corno

PROGRAMMA

Wolfgang Amadeus Mozart

Ouverture dell'opera "La clemenza di Tito", KV 621


Ludwig van Beethoven

Sestetto per due corni e archi, op. 81b

- Rottura -


Wolfgang Amadeus Mozart

Marcia in fa maggiore, KV 248


Divertimento in fa maggiore, KV 247, "Prima musica notturna lodronica"


Fine circa: 20:30

26 SETTEMBRE

Vera-Lotte Boecker • Sebastian Bru

Verdi • Schubert • Donizetti

18:30 – 20:30 Sala Brahms
ESECUTORI
Complesso Vienna
Daniel Frogauer | violino
Raimund Lissi | violino
Viola di Michael Straßer
Michael Blader | contrabbasso
Vera-Lotte Boecker | soprano
Sebastian Bru | violoncello
PROGRAMMA
Giuseppe Verdi: Ouverture dell'opera "La forza del destino" ("The Power of Destiny"); A cura di Georg Straka
Gioacchino Rossini: Duo per violoncello e contrabbasso in re maggiore
Franz Schubert / Aribert Reimann: Mignon
Bedřich Smetana: Danza dei comici dall'opera La sposa venduta; arrangiato da Carlo Martelli
Carl Ferdinand Füchs: Adagio, op. 39
Carl Ferdinand Fox: Dedica
Carl Ferdinand Fox: il saluto di Schiffer; a cura di Raimund Lissy
Gaetano Donizetti: Sinfonia per l'opera "Betly"; a cura di Heinrich W. Pek
Giacomo Puccini: Crisantemi
Jacques Fromental Halévy: Mon doux seigneur et maître. Bolero dall'opera "La juive"; a cura di Raimund Lissy

LUNEDÌ 4 DICEMBRE
Complesso Vienna
Haydn • Mozart • Lanner

18:30 – 20:30 Sala Brahms
ESECUTORI
Complesso Vienna
Daniel Frogauer | violino
Raimund Lissi | violino
Michael Straßer viola
Michael Blader | contrabbasso
PROGRAMMA
Joseph Haydn: Quartetto per archi in do maggiore, Hob.III:19
Wolfgang Amadeus Mozart: una piccola musica notturna. Serenata in sol maggiore, KV 525
Josef Strauss: Il mio curriculum vitae è amore e desiderio. Valzer, op.263; arrangiato da Heinrich W. Pek
Johann Gungl: Catherine Polka; a cura di Heinrich W. Pek
Joseph Lanner: Marriage Waltz, Op. 15; A cura di Heinrich W. Pek
Joseph Lanner: Amazon Gallop, Op. 148b
Joseph Lanner: Le farfalle. Ländler, op.65, "I figli più piccoli del mio umore"
Johann Strauss padre: Galoppo gibellino, op.117; arrangiato da Heinrich W. Pek
Figlio di Johann Strauss: canzoni d'amore. Valzer, Op. 114; a cura di Alexander Weinmann
Carl Michael Ziehrer: Passeggino da battaglia. Polka veloce in do maggiore, Op. 410; arrangiato da Heinrich W. Pek

05/03/2024

ESECUTORI
EnsembleVienna
Daniel Frogauer | violino
Raimund Lissi | violino
Viola di Michael Straßer
Michael Blader | contrabbasso
PROGRAMMA
Georg Hellmesberger: Quartetto per archi in re maggiore, op. 1
Joe Zawinul: Sei brani principali; Arrangiato da Werner Pirchner
Paul Hindemith: Ouverture di "Poeta acquatico e gabbia per uccelli"
Franz von Suppè: Ouverture della commedia popolare "Un mattino, un mezzogiorno, una sera a Vienna"; arrangiato da Heinrich W. Pek
Josef Strauss: Ninne nanne. Valzer, op. 18; arrangiato da Heinrich W. Pek
Joseph Lanner: Polka preferita, op. 201; a cura di Heinrich W. Pek
Josef Strauss: Di tutti i tipi. Quasi Polka, op. 219; arrangiato da Heinrich W. Pek
Joseph Lanner: stelle della sera. Valzer, op. 180; A cura di Alexander Weinmann
Josef Strauss: Addio. Quasi Polka, op. 211; arrangiato da Heinrich W. Pek

17.06.2024

ESECUTORI
Complesso Vienna
Daniel Frogauer | violino
Raimund Lissi | violino
Viola di Michael Straßer
Michael Blader | contrabbasso
Raffaello Lilla | violoncello
Massimiliano Flieder | Pianoforte
PROGRAMMA
Gioacchino Rossini: Sonata per archi n. 6 in re maggiore ("Il temporale") - Tempesta
Leopoldine Blahetka: Quartetto per pianoforte n. 1 in la minore op. 43
Paul Juon: Canto d'amore, op. 43/2
Paul Juon: Bizzarro, op. 9/3
Felix Mendelssohn Bartholdy: Sestetto per pianoforte, violino, due viole, violoncello e contrabbasso in re maggiore op. 110

Musikverein Brahms Hall

Per molti anni questa sala fu conosciuta solo come la "Kleine Musikvereinssaal", fino a quando nel 1937, in occasione del 125° anniversario della Gesellschaft der Musikfreunde di Vienna, le fu dato un nome che rispecchia veramente la sua importanza: la Brahms Saal. Johannes Brahms non solo si esibì di persona in questa sala, ma fu anche il primo concerto di Clara Schumann del 19 gennaio 1870. Gli standard stabiliti quel giorno sono stati mantenuti da allora. La Brahms Saal rimane uno dei luoghi più pregiati per i più grandi gruppi di musica da camera e cantanti lieder che si esibiscono oggi nel mondo.

 

Con poco meno di 600 posti a sedere, la sala è stata progettata per mostrare gli aspetti intimi della musica classica. L'acustica della sala è perfettamente in sintonia: la Brahms Saal - lunga 32,50 metri, larga 10,30 metri e alta 11 metri - possiede una brillantezza acustica simile a quella della Große Musikvereinssaal.

 

Quando l'edificio del Musiverein fu inaugurato nel 1870, la Kleine Musikvereinssaal fu descritta come "un vero e proprio piccolo scrigno di tesori". Si è addirittura suggerito che questa sala potesse meritare più elogi e stupore della Große Musikvereinssaal: "Si potrebbe anche voler assegnare il premio a questa sala per la sua tranquillità e la sua semplice grandezza". È evidente che il progetto di Theophil Hansen per la Brahms Saal ha creato un capolavoro architettonico dell'epoca dello storicismo. Il suo impegno per il "Rinascimento greco", evidente nelle allusioni del progetto agli Hellas classici, fanno di questa sala da concerto un autentico tempio della musica da camera.

 

Nel 1993 la Brahms Saal è stata sottoposta ad un ampio programma di restauro. Il progetto di restauro ha comportato la consultazione dei progetti originali conservati presso la Print Room dell'Accademia di Belle Arti di Vienna.  In questo modo è stato possibile ricostruire l'originale schema cromatico creato da Hansen come architetto del Musikverein: pareti verdi, colonne rosse e l'uso liberale dell'oro.

 

Quando il Brahms Saal ha riaperto al pubblico nella sua nuova forma nel 1993, un giornale viennese ha scritto: "Senza voler suscitare aspettative troppo elevate, questo è stato trasformato nella più bella, magnifica e prestigiosa sala da concerto di musica da camera che si possa trovare in tutto il mondo".

Eventi correlati
Vienna Musikverein
Vienna - Musikverein Vienna
Spettacoli: Sa 09 Nov 2024,
Crociere turistiche
Vienna - Tour e crociere a Vienna
Spettacoli: Ve 14 Giu 2024,
Vienna Konzerthaus
Vienna - Wiener Konzerthaus
Spettacoli: Sa 15 Giu 2024,
Opera di Stato di Vienna
Vienna - Opera di Stato di Vienna
Spettacoli: Me 08 Gen 2025,
Vienna Musikverein
Vienna - Musikverein Vienna
Spettacoli: Sa 15 Giu 2024,
Opera di Stato di Vienna
Vienna - Opera di Stato di Vienna
Spettacoli: Do 12 Gen 2025,